5 CONSIGLI PER LE VACANZE A MERANO - Blog Preidlhof
08.01.2018
08:14
Monika

5 CONSIGLI PER LE VACANZE A MERANO

Licenza immagine © alex­an­der­kon­sta – stock.adobe.com

Nell’aprile del 1920, Franz Kafka soggiornò nella pensione Ottoburg di Maia Bassa, a Merano, per riprendersi dalla tubercolosi laringea. Lavorò al suo romanzo "Il Processo" ed ebbe una vivace corrispondenza con la sua compagna Milena Jesenská. Così scriveva agli inizi di aprile: “La vegetazione qui è strana. Nel periodo in cui a Praga l’acqua delle pozzanghere gela, i fiori sbocciano di fronte al mio balcone. Vorrei tanto potessi godere di Merano.”

Il clima mite, l’aria pura e la rigogliosa vegetazione mediterranea hanno reso Merano, già dal secolo scorso, una famosa città termale. Nobili e borghesi di tutta Europa hanno curato i propri dolori in questa piccola città. Le vacanze a Merano sono apprezzate tanto oggi quanto allora, come dimostrano i numerosi ed entusiasti ospiti del nostro Luxury DolceVita Hotel Preidlhof. Qui di seguito troverai alcuni utili consigli per un soggiorno a Merano e dintorni. Ma shh, non dirlo a nessuno!

1. Passeggiata al cimitero evangelico di Merano

Il cimitero evangelico di Merano, che si trova in Via Marlengo, testimonia la vocazione internazionale della città agli inizi del 1900. Leggermente nascosto dalla diga del Passirio, il cimitero merita una visita. All’ombra di alberi secolari, sono sepolti alcuni grandi della storia e della cultura europa, come Fritz von Herzmanovsky-Orlando. Il suo soggiorno terapeutico non portò il tanto sperato sollievo. Oggi possono essere sepolti nel cimitero evangelico anche i cattolici, soprattutto gli artisti e i liberi pensatori. Ben curato, il cimitero è più simile a un parco e rappresenta un posto meraviglioso per riprendersi dal caos della città.

2. Escursione alla Malga Wurzer

La Malga Wurzer è senza dubbio una delle mete più belle in occasione di una vacanza in famiglia a Merano e dintorni. La strada per l’alpeggio è ampia e facile da percorrere, il cibo è buono e la malga è popolata da tantissimi animali, dal maialino nano al pavone. La malga si trova sopra Hafling, a 1707 metri, e può essere raggiunta dal parcheggio di Hafling in circa due ore, percorrendo i sentieri 2 o 2A.

3. Nuotare in Valclava

A metà estate, Merano e dintorni possono diventare torridi. A luglio e agosto, il termometro tende a raggiungere i 35 °C. La gente del luogo fugge dalla città per rifugiarsi in cima a una montagna nelle vicinanze o per nuotare in Valclava. La Valclava, piccola e stretta, è una valle laterale della Val Passiria, attraversata dal fiume Passirio. L’acqua fredda e cristallina si raccoglie in piscine naturali che invitano a nuotare.
Come arrivare: da Merano, si procede verso la Val Passiria, attraversando Saltusio. Dopo circa due chilometri, si imbocca a sinistra una strada di montagna. Percorrendo la strada di montagna per circa 15 minuti, si arriva a un punto in cui è ricoperta di ghiaia. È possibile lasciare l’auto in un cortile abbandonato e proseguire lungo il sentiero adiacente che attraversa prima dei prati e poi conduce in una foresta.
Bisogna lasciarsi guidare dai suoni. Attenzione: questa escursione è adatta solo agli avventurieri (con bambini non troppo piccoli)!

4. Arte contemporanea nel centro storico di Merano

Chi va in vacanza a Merano non rinuncia al fascino di una grande città e ha l’occasione di scoprire una vivace scena di arte e design. La galleria Merano Arte è ospitata all’interno di un vecchio edificio nel centro di Merano. Durante tutto l’anno vengono organizzate interessanti mostre, dalle belle arti all’architettura alla fotografia. Le mostre possono essere approfondite attraverso workshop e visite guidate. Non lontano da Merano Arte, in Via Portici 75, si trova ES Gallery Meran/o. Questo spazio sperimentale per giovani talenti è probabilmente un esempio unico a Merano e dintorni.

5. Un aperitivo a Merano e dintorni: il Chiosco Pulversturm

Esistono dei luoghi in cui la realtà della gente del posto incontra quella dei vacanzieri. Chiosco PulverSturm è uno di questi luoghi. Si trova all’inizio (o alla fine, a seconda dei punti di vista) della passeggiata Tappeiner, la passeggiata più famosa di Merano, proprio accanto alla torre delle polveri visibile in lontananza. La "cucina della strega" in genere è aperta tutto il giorno. Durante tutto l’anno vengono serviti gustosi hamburger e, a seconda della stagione, i proprietari preparano specialità come le castagne in autunno. La sera, soprattutto nei fine settimana, si esibiscono i musicisti del posto. Per chi trascorre le vacanze a Merano e il venerdì sera non sa dove prendere un aperitivo: questo è il posto giusto!

back

Cerca

Archive

Ci trovi anche su