Effetti e possibili usi dell’iperico (erba di San Giovanni) - Blog Preidlhof
31.05.2017
07:32
Susanne

Effetti e possibili usi dell’iperico (erba di San Giovanni)

Irmgard, la nostra esperta di erbe e consulente per le erbe selvatiche durante la Vostra vacanza escursionistica in Alto Adige, conosce tutto ciò che di buono e di verde sta crescendo nel nostro territorio. L’erba di San Giovanni è una delle sue preferite, perché oltre ad avere una fioritura meravigliosa contiene anche sostanze curative.

L’iperico, “Hypericum perforatum", appartiene alla famiglia delle hypericaceae e rappresenta oggi una delle piante medicinali più antiche e importanti. È conosciuto anche come erba di San Giovanni, scacciadiavoli o erba dell’olio rosso. Il fiore è di colore giallo arancione e cresce da giugno ad agosto ai margini di boschi, prati, scarpate e persino discariche. Le foglie bianche sono ricoperte da numerose ghiandole sebacee e controluce appaiono perforate. Nelle ghiandole e nei fiori è possibile trovare un liquido rosso. Per estrarlo, è sufficiente sfiorarli con le dita.

La pianta contiene diversi oli essenziali, tannini e sostanze amare. I principali componenti sono l’hypericin e l’hyperforin. Queste sostanze hanno un effetto benefico in caso di distorsioni, contusioni ed ematomi. L’olio di iperico ha anche una funzione antibatterica e antinfiammatoria, stimola la circolazione sanguigna e migliora l’umore. In caso di ferite, dona sollievo dal dolore. L’olio di iperico viene utilizzato essenzialmente per lesioni, infiammazioni, tensioni muscolari ed escoriazioni. È efficace anche in caso di scottature ed eczema. L’olio rende la pelle più sensibile alla radiazione solare, perciò bisognerebbe utilizzarlo direttamente sulla pelle solo nelle giornate nuvolose e proteggere dalla luce le zone in cui è stato applicato. L’olio di iperico non è solo per uso esterno ma anche per uso interno. Ha un effetto antinfiammatorio in caso di infiammazioni della mucosa e ulcere dell’apparato gastrointestinale. Può essere impiegato anche per rinforzare il sistema nervoso. Per uso interno, bisognerebbe prestare particolare attenzione alla qualità dell’olio, acquistandolo preferibilmente in farmacia. Occorre fare attenzione in quanto non tutti gli oli sono raccomandati per uso interno!

Preparare l’olio di iperico

Per fare l’olio di iperico, bisogno inserire i fiori in un recipiente di vetro e versare l’olio fino a coprirli. Occorre lasciar riposare tutto per sei settimane in un luogo caldo e soleggiato e quindi agitare il recipiente. Dopo sei settimane, l’olio è diventato di colore rosso e dev’essere conservato in luogo buio e a temperatura ambiente, preferibilmente in un flacone da farmacista.

Un altro piccolo consiglio: Raccogliendo i fiori nel mese di giugno, l’olio avrà un colore rosso intenso. Raccogliendo i fiori nel mese di agosto, l’olio avrà un colore più chiaro.

Nella nostra SPA Jungbrünnl usiamo l’olio di iperico, soprattutto per il massaggio Dorn Breuss.

back

Cerca

Archive

Ci trovi anche su