Consigli di benessere: il digiuno dallo smartphone - Blog Preidlhof
20.03.2017
07:59
Susanne

Consigli di benessere: il digiuno dallo smartphone

Per tante persone è la prima cosa da guardare al mattino e l’ultima da lasciare la sera: stiamo parlando del display del telefono cellulare, un dispositivo che viene utilizzato per diverse ore al giorno. Ma perché Facebook, WhatsApp e il meteo vengono costantemente controllati ovunque e in ogni momento? Probabilmente perché il flusso di informazioni è inarrestabile, al punto da non potersene separare; da qualche parte nel mondo c’è sempre qualcuno che ha qualcosa di nuovo da segnalare. Secondo le statistiche utilizziamo lo smartphone 80 volte al giorno. Troppe volte, come tutti ben sappiamo. Sarebbe interessante, perciò, provare a liberarsi di questo compagno inseparabile per dedicare tempo a questioni più importanti. Cosa ne pensi?

Rinunciare allo smartphone: la dieta digitale

È più facile iniziare la dieta digitale quando si parte per un viaggio o mentre si è in vacanza; se sei fortunato, magari ti stai preparando a un soggiorno in un hotel benessere in Alto Adige. Quale migliore occasione per fare un tentativo di abbandonare il telefono cellulare?

Tre buone ragioni per non usare lo smartphone

  1.  Senza renderci conto utilizziamo il telefono fino a tre ore al giorno, vale a dire molto tempo che potremmo invece dedicare a noi e ai nostri interessi. Senza smartphone diventa molto più divertente sfogliare una rivista, leggere un libro o ascoltare vecchie canzoni.
  2. Tenere a debita distanza il cellulare, inoltre, aiuta la concentrazione. È evidente, infatti, che continui messaggi e notifiche rappresentano una fonte di distrazione. Il digiuno dallo smartphone, perciò, permette di focalizzare l’attenzione su altre cose importanti.
  3. Sembra difficile da credere, ma liberarsi dal cellulare può essere un vero sollievo. Niente più foto dei colleghi in spiaggia, immagini di cene da chef stellati e foto del miglior amico in luna di meglio. Dato che su Facebook e dintorni si condividono essenzialmente i momenti migliori della propria vita, le persone sono portate a pensare, anche inconsciamente, che tutte le cose belle accadano sempre agli altri. Gli studi dimostrano che questo meccanismo, nel lungo periodo, può creare malessere e insoddisfazione.

La vita senza smartphone

Fase 1. Non ci si annoia

In un primo periodo, ci si accorge effettivamente di non avere lo smartphone. In altre parole, si ha la sensazione che manchi qualcosa. Ma si vive ogni momento senza distrazioni esterne che impediscono di concentrarsi sui reali interessi!

Fase 2. Totale relax

Già dopo alcuni giorni, ci si dimentica del cellulare in un angolo. Meno lo si utilizza, meno lo si reputa necessario. Si smette di accendere e spegnere lo smartphone: un’azione diventata ormai quotidiana! Non si ha più bisogno di utilizzare la fotocamera: le immagini vengono catturate con gli occhi e le esperienze migliori restano impresse nella mente!

Fase 3. Dopo la dieta digitale

Come avviene con qualsiasi altra dieta, è importante mantenere una certa coerenza anche dopo averla conclusa. Ecco alcuni suggerimenti che aiutano a continuare a convivere con lo smartphone.

  • Disattivare le fastidiose notifiche dei social network e dei portali di news
  • Lasciare ogni tanto lo smartphone a casa: non è necessario mentre si passeggia con gli amici o si fa shopping. Una giornata senza telefono può essere rigenerante!
  • Non tenere il telefono accanto al letto. In camera è meglio avere un orologio, piuttosto la connessione a internet.
  • Stabilire un orario per disattivare il telefono, ad esempio impostare la modalità aereo dopo le 22:00.

Liberarti dal cellulare per ora ti sembra solo un sogno? Allora non aspettare ancora per regalarti una vacanza benessere e cogliere l’occasione per iniziare il digiuno dallo smartphone. In bocca al lupo!

back

Cerca

Archive

Ci trovi anche su