San Nicolò e il “diavolo” - Blog Preidlhof
06.12.2013
13:24
Peter

San Nicolò e il “diavolo”

Qui in Alto Adige San Ambrogio si chiama San Nicolò. “ Heiliger Nikolaus”, il suo nome tedesco, è sempre accompagnato da una spece Diavolo che dalle nostre parti si chiama “Krampus”. Nella zona alpina il  “Krampus” è conosciuto da bambini e adulti. I più piccoli hanno sempre timore di questa figura, invece i più grandi a volte, lo cacciano pure, ovviamente per puro divertimento. Qui nella zona alpina, tra le Dolomiti e l’Ortles, il „Krampus“, ha una lunga tradizione . Sempre attorno al 5 o 6 Dicembre lui è il cattivone, quello che castiga quelli che durante l’anno non erano bravi. Per modo di dire. I Bambini “cattivi” prendono una mazzo di rametti, invece quelli bravi non vedono l’ora che venga San Nicolò per dargli caramelle, mele, noci, e così via.  Però il “diavolo” ha anche un lato positivo. Una tradizione pagana dice che chi va colpito dalla frusta del “Krampus” ha tanta fortuna per il prossimo anno.
La storia di questo “essere” dell’Avvento, è un po’ all’oscuro. Nessuno sa bene da quando questa figura esiste. E nessuno sa perfettamente dove sia nata. Unica cosa sicura è che è tipico nell’arco alpino, ed è l’antipolo di San Nicolò, il buono e generoso. Il “Krampus” detto anche “Tuif’l” che vuol dire diavolo ha il ruolo dell'indomabile. La figura è costituito da una giacca di pelo e una maschera di legno racapriciante con corna di capra. Di solito le maschere sono elaborate e ornamentate artigianalmente e solitamente sovradimensionato a rispetto del corpo. Una campana attorno alla vite, e una catena in mano, scusate, in zampa, così che lo sentono già da lontano. I “Krampus” gli si trova sempre in gruppo, e se il loro comportamento diventa troppo selvaggio, c’è ancora San Nicolò, che riesce sempre a controllarli, poiché lui è l’unico al quale danno retta, se devono.
In tutto l'Alto Adige le manifestazioni intorno a San Nicolò e i suo accompagnatori, sono molto diffuse. Nelle cittadine più grandi ci sono delle associazioni che organizzano ogni anno questo evento. Qui a Naturno e nella Val Venosta dove si trovano anche l'Hotel DolceVita Preidlhof queste usanze hanno anche tanti sostenitori e spettatori. Senza dei quali non sarebbe possibile organizzare ogni anno questa manifestazione. E se qualcuno di voi, nel periodo di San Ambrogio, dovesse esser in Alto Adige non deve mancare a uno di questi eventi.

back

Cerca

Archive

Ci trovi anche su