Home - Blog Preidlhof Home - Blog Preidlhof

Currently the posts are filtered by: novembre 1
Reset this filter to see all posts.

27.11.2014
09:39
Susanne

Sciare sul ghiacciaio della Val Senales

Passate la Vostra vacanza invernale a Naturno e andate a sciare sul ghiacciao della Val Senales a 3.200 m...un’esperienza davvero unica!

Vacanza invernale in Val Senales

La Val Senales è un'idilliaca valle laterale della grande area di vacanze della Val Venosta ed é situata ca. 10 km da Merano. La Val Senales quindi si trova nel cuore delle Alpi altoatesine ed è una località sciistica dove la neve è garantita tutto l'inverno. Una posizione relativamente tranquilla e pendii dolci e accoglienti sono le caratteristiche del comprensorio sciistico. Tutti e 35 km di piste sono percorribili lungo piste di ogni livello di pendenza e difficoltà. Oltre alle piste per sciatori si trovano anche una pista per slittini e lo snowpark. La funivia dell’area sciistica di Val Senales  è in grado di trasportare in 6 minuti fino a 80 persone in cima al Hochjochferner, la discesa fino a valle è di 8 km. Tutta la zona è una meta molto amata anche dalle squadre di sci, che la Val Senales  scelgono per gli allenamenti. I non sciatori hanno la possibilità di fare escursioni sulle neve con le racchette e tour di sci alpinismo.

Quindi l'area sciistica della Val Senales offre davvero qualcosa per tutti, sia per appassionati sciatori che per le famiglie con bambini. Sicuramente essuno tornerà a casa dalla settimana bianca in Val Venosta insoddisfatto!

Permalink
Views: 2272
18.11.2014
15:46
Susanne

Ciaspolata nella Val Martello

La Val Martello, conosciuta anche come valle delle fragole, è una laterale della Val Venosta che si sviluppa in direzione nord-est e sud-ovest, nel cuore del Gruppo Ortles Cevedale. Di lí possiamo godere una magnifica vista su tutte le cime all’intorno e siamo in mezzo al Parco Nazionale di Prato allo Stelvio.

L’indicazione per la ciaspolata sul refugio Nino Corsi e sul refugio Martello

Alla fine della valle, dopo il Lago di Gioveretto, c’é un parcheggio e a pochi passi ulteriori appare un percorso segnato con il numero 151. Dopo una camminata di 45 minuti in mezzo a un bosco con larici e pigne, ragiungiamo l’imposante rifugio sopra la limite del bosco. D’ inverno é aperto a partire da metà febbraio e il sentiero e quasi sempre ben tracciato. Dopo una pausa andiamo in salita direttamente verso una parete di roccia di fronte e superiamo un ripido terreno. Arriviamo in un largo fondovalle dove abbiamo una grandiosa vista sul mondo dei ghiacciai della Val Martello. Subito dopo raggiungiamo la vecchia diga di sbarramento, la quale è stata costruita 100 anni fa, per fermare i detriti della Plima. Persone con una buona condizione susseguono il cartello indicatore verso il rifugio Martello, 300 metri in alto. Il rifugio é sotto la Cima Venezia che si trova su 3.386 metri d’altitudine. Chi vuole fare un giro più accogliente, attraversa il fondovalle sulla diga di sbarramento (segnavia numero 103) e va a gradini nel terreno sulla destra della valle sempre all’ingiù fino al punto di partenza. Per tutta la camminata adopera circa 3 ore, é una facile corsa che é perfetta per la primavera quando la neve é solida. Esiste la possibilità di mangiare sia nel rifugio Nino Corsi che nel rifugio Val Martello.

Suggerimento: Non lontano dal parcheggio si trova una rovina del vecchio hotel Paradiso del 1930. Pianificato dal famoso architetto Gio Ponti. L’edificio aveva solo pochi anni di fioritura e adesso decade il monumento unico del suo genere.

Permalink
Views: 2353
12.11.2014
09:39
Susanne

La pelle e l’inverno

La pelle è uno degli organi emuntori, che elimina scorie e tossine, e costituisce l’indicatore immediato percettibile del nostro stato generale di salute. In inverno la pelle ha bisogno di trattamenti specifici, dobbiamo proteggerla dalle basse temperature e in piú ha bisogno di essere idratata. Soprattuto durante le vacanze invernali in Alto Adige, sulla pista e nelle montagne la protezione é molto importante.

Cura della pelle in inverno

  • La pella ha bisogno di grasso, di vitamine e aminoacidi.

  • Non utilizzate acqua troppo calda per fare la doccia, perché l’acqua calda sottrae più grassi di cui ha bisogno la pelle.

  • Quando d’inverno state per tanto tempo all’esterno, usate una crema per proteggervi dal freddo.

  • Consiglio per le sciatrici: non dimenticate di applicare una protezione solare!

  • Tutto l’anno é consigliabile di fare la doccia con l’acqua calda e l’acqua fredda per stimolare il metabolismo e così il trasporto di minerali e vitamine nella pelle trascorre più veloce.

  • Bere, bere, bere, perchè bere aiuta la pelle!

  • Più si protegge la pelle dalla disidratazione e dagli influssi negativi dall’esterno, più La pelle e l’inverno

  • aumenta la resistenza della pelle anche al freddo.

SOS antifreddo

Non dimenticare di proteggere la zona delle labbra, perché é una zona molto fragile. Con creme o stick può aiutare la pelle sensibile. Quando sorgono delle screpolature applicate il prodotto, anche più volte al giorno. Proteggete anche le mani, solo i guanti non bastano. Applicare una crema e massaggiarla bene dal polso fino alle unghie. Le creme a base di vaselina, oli vegetali e silicone, creano una pellicola protettiva sulla pelle delle mani. Se le mani sono screpolate, spalmare con olio di oliva e avvoltale con lucido prima di andare a dormire. L’indomani le screpolate sono sparite o almeno più piccole.

Se seguite questi consigli, le vacanze sulla neve diventano sicuramente meravigliose!

Permalink
Views: 2268
06.11.2014
11:54
Susanne

Fare sport d'inverno all'aperto

In Alto Adige l’inverno é una cosa magnifica, con il paesaggio speciale e le montagne bianche diffondono un’ atmosfera straordinaria. È facile fare sport all’aperto con questo panorama:  sciare, slittare o passeggiare, tutto é possibile e fa un buon umore, ma essendo di nuovo a casa diventa piú difficile vincere la propria debolezza.  

Fuori fa freddo e nessuno vuole uscire, meglio stare a casa sul divano, invece di mettere le scarpe da jogging e uscire per fare un po' di sport all’aria aperta. Ma fare un po' di sport fa bene anche d’inverno. Il jogging per esempio si può praticare fino ai 5 gradi sotto lo zero!

Fare sport d'inverno: niente scuse!

La tipica scusa é quella che l’aria é troppo fredda e possa corrodere i polmoni, ma questo non é vero, perché quando l’aria arriva nei nostri polmoni ha già la temperatura del nostro corpo. Allora non esiste più questa piacevole scusa!

Quanto importante é l’abbigliamento?

Scegliere il giusto abbigliamento é molto importante perché un grande errore é di coprirsi troppo. Con doppia maglia, giaccia da vento e berretto di lana il nostro corpo ha troppo caldo e per le attività all’aperto deve percepire un po' di freddo per acclimatisarsi e mantenere la temperatura ideale. Chi è allenato e gode di buona salute, non dovrebbe indossare più di una maglietta e una felpa, eventualmente con guanti e cappello. Quindi provate di indossare tessuti di microfibra o teflon, che portano il sudore all’ esterno e così non rimane l’umido. Quando fa veramente freddo e il vento soffia molto forte non dimenticate di coprire la testa, perché regola il calore corporeo.

Gli alimentari giusti per tenersi in forma

Il primo punto molto importante é di mangiare armonioso durante la giornata e di dare al corpo dopo lo sport quello che ha perso, ma non di piú. In inverno, ad esempio, si può bollire una calda minestra di verdure o di legumi, con una piccola porzione di pasta o riso. Condite la minestra con olio extravergine d’oliva e formaggio grattugiato e per proseguire con una porzione di carne o pesce, oppure uova o formaggio. Logicamente non devono mai mancare verdure e frutta di stagione.

L’unico motivo per non praticare attività sportiva è la malattia. Se si è influenzati con raffreddore, febbre, mal di testa o altri sintomi di raffreddamento allora è meglio restare a casa. Con questi consigli nessun ostacolo sta sulla vostra strada per un’ inverno sportivo con tanta motivazione!

Permalink
Views: 2330

Cerca

Archive

Ci trovi anche su