Home - Blog Preidlhof Home - Blog Preidlhof
20.06.2018
08:36
Monika

NOVITÀ: SMART FORTWO ELECTRIC DRIVE

Finalmente possiamo presentarvi la nostra nuova Smart Fortwo Electric Drive: completamente elettrica, a zero emissioni, ecologica, decappottabile e perfetta per esplorare l'Alto Adige!

Con l'idea di sostenibilità "Green Thinking", i DolceVita Hotel si assumono la responsabilità di contribuire a rendere l'ambiente più sano e pulito. Con la nuova smart elettrica, tutto questo diventa anche divertente! Dal mese di maggio 2018, i nostri ospiti possono esplorare facilmente il bellissimo paesaggio naturale dell'Alto Adige con la propria auto, contribuendo a ridurre l'inquinamento causato dal traffico.

Il piacere di guidare senza inquinare: Smart Fortwo Electric Drive

La nuova E-Smart, che i nostri ospiti possono prendere a noleggio, rappresenta la nuova generazione della Smart Fortwo Electric Drive. Super accessoriata e decappottabile, la citycar ultracompatta è la vettura ideale per esplorare i dintorni dell'Hotel Preidlhof. Tra le varie possibilità, ad esempio, una passeggiata nella città di Merano, una gita al capoluogo di provincia Bolzano o un'escursione sul pittoresco Lago di Caldaro.

Smart Fortwo Electric Drive: dati tecnici

  • Autonomia: 140 km 
  • Velocità massima: 130 km/h 
  • Tempo di ricarica: 1-3,5 ore 
  • Consumo di corrente (ciclo combinato): 12,9 kWh/100 km 
  • Emissioni di CO₂ (ciclo combinato): 0g/km

Il costo per il noleggio della Smart Fortwo Electric Drive è pari a € 39,00 al giorno. Gli ospiti ricevono inoltre una carta esclusiva per poter ricaricare la vettura presso tutte le stazioni di ricarica dell'intero Alto Adige.

Innovativo e "green": speriamo vi piacerà sperimentare l'ultima tendenza della mobilità elettrica!

Permalink
Views: 8
15.06.2018
09:34
Monika

VACANZE IN BICI – LA PISTA CICLABILE VIA CLAUDIA AUGUSTA

Licenza immagine © Patrizia Tilly – stock.adobe.com

Se avete voglia di andare in bici durante le vacanze, la soluzione giusta è dirigersi verso l'Alto Adige. La regione più settentrionale d'Italia offre un'ampia scelta di piste ciclabili e un clima piacevolmente mite. Gli amanti della mountain bike pedalano lungo le strade di montagna per raggiungere pascoli alpini e cime montuose, i ciclisti su strada prediligono invece i passi alpini, come il celebre Passo dello Stelvio. Se amate il Mediterraneo, dirigetevi verso sud per raggiungere il Lago di Caldaro o percorrere la Strada del Vino dell'Alto Adige fino al Lago di Garda: ammirate come il paesaggio si trasformi da alpino a mediterraneo.

Vacanze in bici negli hotel DolceVita

Uno dei percorsi più popolari è senza dubbio la pista ciclabile Via Claudia Augusta. La Via Claudia Augusta attraversa le Alpi per 700 chilometri: inizia nella città bavarese di Donauwörth e conduce fino a Ostiglia, una città della Pianura Padana italiana. Parte di questo percorso, considerato la traversata delle Alpi più facile per i cicloturisti, attraversa l'Alto Adige. Come ospiti di uno dei cinque hotel DolceVita, trascorrerete le vacanze nelle immediate vicinanze della pista ciclabile Via Claudia Augusta. Tre dei cinque Hotel DolceVita, Il Luxury DolceVita Resort Preidlhof, l'hotel per famiglie Feldhof e il DolceVita Active & Relax Resort Lindenhof, si trovano a Naturno, nei pressi della "Etschradroute", parte della pista ciclabile Via Claudia Augusta. Anche il villaggio di Laces e, dunque, il DolceVita Hotel Jagdhof si trovano direttamente sulla Via Claudia Augusta. Il DolceVita Alpiana Resort si trova invece nella località di Foiana, presso Lana, ad alcuni chilometri di distanza dalla pista ciclabile. I ciclisti, tuttavia, possono percorrere la strada asfaltata che da Lana di Sotto porta a Nalles e da lì fino alla pista ciclabile.

La pista ciclabile Via Claudia Augusta

La pista ciclabile Via Claudia Augusta è probabilmente la pista ciclabile più importante dell'Alto Adige, anche per la sua interessante storia. Noi dei DolceVita Hotel vi mostriamo una breve panoramica di questo percorso per ciclisti così speciale.

Storia: la strada dell'Imperatore

I Romani costruirono la Via Claudia Augusta tra il 35 e il 45 d. C., sotto l'imperatore Claudio, dando vita alla prima strada transeuropea sulle Alpi. Già i Reti e i Celti usavano questi sentieri, ma solo i Romani edificarono una strada sterrata larga da quattro a otto metri. Grazie al suo ricco passato, la strada romana è costellata di storie da scoprire. Allo stesso tempo, i ciclisti possono ammirare splendidi paesaggi naturali, luoghi culturali e numerosi siti d'interesse.

Scopriamo le parti più belle della pista ciclabile

Da Naturno a Nalles 

Dal Luxury Resort DolceVita Preidlhof, dall'hotel per famiglie Feldhof e dal DolceVita Active & Relax Resort Lindenhof, si raggiunge la pista ciclabile Via Claudia Augusta, passando per Stava, frazione di Naturno, per il fondovalle a Nord-Ovest, per la città termale di Merano e infine per Nalles.

Dal Lago di Resia alla città termale di Merano

Le Ferrovie della Val Venosta permettono ai ciclisti di raggiungere il villaggio di Resia e l'omonimo lago. Da lì si intraprende un tour di 86 chilometri che può essere percorso in circa quattro o cinque ore. Il sentiero costeggia la riva sinistra del lago, svelando una vista fantastica sul massiccio dell'Ortles. In un secondo momento, il percorso attraversa il Lago di San Valentino, la graziosa località di Glorenza, Coldrano, Laces, Castelbello e Rablà fino alla città termale di Merano. 

Far festa come gli antichi romani: i rinfreschi

Dopo una giornata impegnativa, sarete attratti dalle prelibatezze della cucina e della cantina. Se trascorrete le vacanze in bici in Alto Adige, potete deliziarvi con tutte le specialità del momento. Lungo la Via Claudia Augusta, i padroni di casa vi presenteranno anche con il patrimonio culinario dei Romani. Lungo la pista ciclabile, alcuni ristoratori offrono ai ciclisti l'opportunità di assaggiare i piatti tipici dell'Impero Romano. La cucina romana era già internazionale duemila anni fa: l'olio proveniva dalla Spagna, le spezie dall'Asia, il vino da Creta. Il formaggio alpino era popolare in tutto l'Impero. I sapori erano una combinazione di dolce, aspro e piccante.

Vi consigliamo i seguenti ristoranti che hanno piatti romani nel menu e sono perfetti per una pausa:

  • Ristorante Zum Goldenen Löwen a Nauders sul Passo di Resia
  • Hotel Ristorante Greif a Malles
  • Ristorante Schwarzer Adler a Lasa
  • Hotel Ristorante Kaufmann a Ora

I DolceVita Hotel vi augurano uno splendido giro in bicicletta!

Permalink
Views: 610
05.06.2018
07:59
Monika

IL VINCITORE DEL CAMPIONATO ITALIANO DI SAUNA VA A NATURNO

Licenza immagine © AISA

Michael Niedermair ha vinto il campionato italiano di sauna ("Campionato Aufguss"), che ha avuto luogo il fine settimana scorso nelle Terme di Verona Aquardens! Il wellness trainer trentaduenne del Luxury DolceVita Hotel Preidlhof ha vinto l'ambito titolo grazie al successo del suo unico performance "Make it happen". Michael ha conquistato la giuria soprattutto con la tecnica eccellente. Per la sua esibizione ha scelto una storia verosimile. Si parla di un giovane che si lascia alle spalle il piccolo villaggio natale e tutta la sua vita per conquistare il mondo e toccare i cuori, tenendo in mente le parole del Padre.

Michael Niedermair realizza il suo sogno

Con tre esibizioni cariche di emozioni, il maestro di sauna è riuscito a colpire emotivamente gli ospiti, grazie a una tecnica elegante e particolareggiata, combinata con tantissimo sentimento e un tocco indispensabile di arte, nonché a convincerli delle sue capacità. La ricompensa è stata una standing ovation!

Michael Niedermair lavora come maestro di sauna e wellness trainer nel lussuoso DolceVita Resort Preidlhof 5 stelle di Naturno. Da due anni si impegna per riqualificare il settore del benessere. Tutti i giorni delizia gli ospiti nel DolceVita Hotel Preidlhof con le sue saune spettacolari e progettate in ogni dettaglio. Michael è sulla scena da poco tempo, ma grazie alla una passione è riuscito a intraprendere la carriera in brevissimo tempo. Con instancabile dedizione e ambizione è riuscito a ottenere il titolo di Campione Italiano, giungendo ai vertiti del settore della sauna. Michael Niedermair, insieme ad altri tre maestri di sauna italiani, ha ricevuto l'ambito biglietto per i Mondiali di sauna, ospitati a Berlino dal 17 al 23 settembre 2018.

Grande successo anche nella sauna a squadre

Michael Niedermair fa inoltre parte della squadra con Sabrina Telfser, anche lei wellness trainer presso il Luxury DolceVita Resort Preidlhof di Naturno. Con la sauna "Old Wild West", i due si sono aggiudicati l'ambito biglietto per i Mondiali.

Permalink
Views: 751
01.06.2018
08:16
Monika

EQUIPAGGIAMENTO: L'INDISPENSABILE PER UNA VACANZA IN BICI IN ALTO ADIGE

Licenza immagine © carballo – stock.adobe.com

Avete già prenotato il vostro bike hotel in Alto Adige? Dovete solo fare le valigie? Ecco i nostri consigli sulle attrezzature del Luxury DolceVita Hotel Preidlhof per chi vuole visitare l'Alto Adige in bicicletta. L'Alto Adige e sosprattuto la Val Venosta rappresentano un vero paradiso per gli amanti della mountain bike. Nel nostro DolceVita Hotel Preidlhof, il vostro bike hotel in Alto Adige, i ciclisti sono veramente in buone mani: i nostri tour settimanali conducono tra piacevoli sentieri e impegnativi passi di montagna. Per renderti pronto a tutte le evenienze, abbiamo preparato l'elenco delle cose indispensabili.

Abbigliamento

Come per il trekking, anche per il ciclismo in montagna, vale il principio della "cipolla". Vestirsi a strati aiuta a non sentire freddo, andando a isolare la pelle con i vari vestiti. In altre parole, meglio un capo in più che uno in meno. Il guardaroba ideale per una vacanza in bici? T-shirt tecnica, maglietta, coprispalle, pantaloncini e scaldamuscoli. Non dimenticare una giacca impermeabile: in montagna è fondamentale!

Zaino

Uno zaino da viaggio dev'essere capiente e possibilmente espandibile con cinghie di compressione e spazio per il sistema di idratazione. Quest'ultimo offre il vantaggio di poter usufruire di contenitori di plastica leggerissimi senza dover portare con sé le bottiglie. Nell'acquistare uno zaino per la vacanza in bici bisogna sempre accertarsi che si adatti perfettamente alla schiena. Lo zaino deve adattarsi al corpo senza rimanere in bilico. Inoltre, lo zaino non deve urtare contro il casco quando si pedala in discesa.

Casco e occhiali

Il casco è l'accessorio più importante dell’equipaggiamento ed è indispensabile in occasione di una vacanza in bici in Alto Adige. Dovrebbe essere leggero, con fessure per la ventilazione e facile da aprire e chiudere con una mano. Chi pedala in alta montagna deve procurarsi anche un paio di occhiali in modo da avere una protezione dalla radiazione UV.

Guanti e scarpe

I guanti per la bici non devono riscaldare le mani, bensì proteggerle dalle lesioni causate da cadute o sforzi eccessivi. Ancora più importanti dei guanti sono le scarpe, che devono trasmettere ai pedali, nella maniera più efficace possibile, la forza esercitata dal ciclista. Le scarpe, al tempo stesso, devono essere confortevoli; capita spesso, infatti, di dover trasportare la bici anche a mano.

Kit di primo soccorso

In occasione di una vacanza in bici, è utile portare con sé il kit di primo soccorso. Nel set, occorre includere l'essenziale, ovvero garze, forbici, medicazioni e bende. Un piccolo consiglio: l'olio alla calendula è una risorsa in caso di abrasioni.

GPS o mappa

Il GPS fa parte ormai dell'attrezzatura di base dei ciclisti. Nel nostro Bike Hotel Preidlhof, in Alto Adige, è possibile noleggiare un dispositivo GPS. Tuttavia, consigliamo a tutti i ciclisti di portare con sé anche una mappa o un secondo set di batterie.

Sistema di idratazione

Come già accennato, i sistemi di idratazione sono l'ideale per i tour più lunghi. I contenitori in plastica sono particolarmente leggeri e facili da trasportare. Inoltre, permettono di bere senza fare lunghe pause. Per un tour sulle Alpi di più giorni, conviene portare anche una bottiglia, in modo da non dover riempire i contenitori in mezzo alla strada. Riempire una bottiglia è molto più semplice! In ogni caso, lo zaino non dovrebbe pesare più di 6 o 7 chili.

Il bello della bici alla Ötzi Bike Academy

Chi trascorre le vacanze in bicicletta in Val Venosta, deve assolutamente visitare l'Ötzi Bike Academy di Naturno. Il programma settimanale è ricco e variegato: corsi tecnici per bambini, principianti e avanzati, campeggi e visite guidate. Nel Bikepark dell'Accademia, alla periferia di Naturno, i ciclisti migliorano la tecnica di guida seguendo i consigli degli esperti. Il DolceVita Hotel Preidlhof è partner della Ötzi Bike Academy e vi offre sconti su corsi e seminari.

Un suggerimento: anche i meno esperti possono superare qualsiasi difficoltà grazie alle guide Ötzi. L'Accademia organizza regolarmente tour in e-bike nei dintorni di Merano e nei luoghi più belli della Val Venosta. Gli ultimi modelli di e-bike possono essere noleggiati direttamente presso la Bike Academy. L'Accademia dispone anche di un proprio negozio di biciclette, dove è possibile acquistare non solo le bici ma anche le attrezzature.

Permalink
Views: 758
23.05.2018
08:47
Monika

BASTONCINI DA TREKKING IDEALI PER LE VACANZE IN ALTO ADIGE

Licenza immagine © oneinchpunch – stock.adobe.com

Le vacanze escursionistiche in Alto Adige sono arrivate? Allora è il momento di preparare l'attrezzatura giusta! All'hotel DolceVita pensiamo che i bastoncini da trekking siano essenziali!

Nei nostri cinque hotel escursionistici – il Luxury DolceVita Resort Preidlhof, il DolceVita Resort Lindenhof, il Family Hotel Feldhof, il DolceVita Hotel Jagdhof e il DolceVita ALPIANA RESORT –, gli ospiti possono prendere in prestito i bastoncini. Nel DolceVita Hotel Preidlhof di Naturno e negli altri quattro Hotel DolceVita offriamo tantissimi benefici e assistenza specializzata ai nostri ospiti, entusiasti e appassionati di escursioni.

I bastoncini da trekking ideali per le escursioni in Alto Adige

Per molto tempo l'importanza dei bastoncini da trekking è stata sottovalutata. Ora invece la maggior parte degli escursionisti non può farne a meno. I bastoncini, infatti, offrono un valido supporto in occasione di una vacanza escursionistica in Alto Adige o in altre località. Evitano le cadute, aiutano a districarsi, proteggono i muscoli e le articolazioni. Bisogna prestare molta attenzione quando si acquistano i bastoncini per il trekking in Alto Adige. Da una parte, bisogna scegliere un modello diverso a seconda del tipo di percorso. D'altra parte, i bastoncini devono essere scelti in base alla statura e al peso.

Per attività sportive come la camminata veloce e il nordic walking, si preferiscono bastoncini molto leggeri e leggermente più lunghi che facilitano la presa. Gli escursionisti con media esperienza, che scelgono percorsi facili e alla portata di tutti, devono utilizzare bastoncini funzionali, pratici da afferrare e comodi quando si affrontano le discese. 
Per le escursioni in alta montagna occorrono bastoncini più robusti ma comunque leggeri e facili da trasportare.

Al momento dell'acquisto dei bastoncini da trekking, bisognare prestare attenzione anche a questi aspetti:

  • il manico ergonomico in schiuma è particolarmente comodo; 
  • il sistema di sospensione contribuisce a diminuire lo sforzo della ginocchia 
  • un gommino sostituibile aumenta la durevolezza 
  • la punta del bastoncini dev’essere realizzata in un materiale molto resistente 
  • il cinturino per il polso è preferibile imbottito e semplice da regolare 
  • la corona di forma rotonda, che si adatta meglio alla mano, offre miglior supporto in discesa 
  • i bastoncini ultraleggeri sono perfetti per i lunghi percorsi; chi non porta molti pesi, ad esempio nello zaino, dovrebbe comunque preferire i bastoncini classici 
  • la lunghezza è fondamentale: le persone alte più di 1,90 metri dovrebbero scegliere sempre bastoncini da trekking lunghi almeno 1,30 metri

Una volta scelto il bastoncino, non resta che regolarlo per prepararsi alle vacanze escursionistiche in Alto Adige. Stando in piedi, si chiudono i manici e si posizionano i bastoncini da trekking perpendicolari al pavimento. Mantenendo i gomiti ad angolo retto e appoggiando i bastoncini al pavimento, si trova la lunghezza giusta.

Suggerimenti per utilizzare nel modo giusto i bastoncini da trekking

  • Dove appoggiare il pollice? Infilando la mano dal basso, si posiziona il pollice sul cinturino per afferrare la maniglia. Il bastoncino viene stretto in modo da avere una presa salda ma che non sforzi il dorso della mano. 
  • Nei percorsi da trekking, i bastoncini sono estremamente utili. Se il terreno non è uniforme, il bastoncino che viene appoggiato sulla parte più montuosa può essere regolato più corto o tenuto più in basso. 
  • In discesa, i bastoncini devono essere mantenuti in parallelo per esplorare la strada davanti. I bastoncini aiutano a “frenare”, proteggendo così le articolazioni. Se la discesa è molto ripida, è preferibile allungare i bastoncini in modo da non piegare troppo il busto. La corona offre anche un valido aiuto.

Tra monti e vallate: tutti i vantaggi negli hotel escursionistici DolceVita

Il DolceVita Hotel Preidlhof si trova in una posizione ideale per chi vuole fare trekking in Alto Adige. Il Parco Naturale Gruppo di Tessa e altri lunghi e meravigliosi sentieri escursionistici, come il Meraner Höhenweg, sono facilmente raggiungibili con la funivia o in auto. Una panoramica dei vantaggi offerti agli escursionisti nei cinque hotel DolceVita:

  • Due escursioni guidate a settimana per passeggiare tra pascoli e palmeti 
  • Un delizioso spuntino giornaliero con formula buffet da asporto 
  • Un pratico noleggio di zaini e bastoncini da trekking 
  • Mappe e guide escursionistiche da portare con sé 
  • Suggerimenti su tour ed escursioni per chi vuole saperne di più 
  • Opportunità di scegliere pacchetti escursionistici speciali

Dopo una lunga giornata di escursioni, i nostri ospiti possono rilassarsi nell'area benessere e ristorarsi con una cena gourmet. E l'indomani si ritorna tra foreste, prati e vedute panoramiche!

Permalink
Views: 761

Cerca

Archive

Ci trovi anche su