Home - Blog Preidlhof Home - Blog Preidlhof
06.08.2018
09:19
Monika

VACANZA DA GOURMET IN ALTO ADIGE: ALLA RICERCA DEI GUSTOSI FUNGHI VENOSTANI

Licenza immagine © Hetizia – stock.adobe.com

Stai pensando di trascorrere le vostre vacanze estive in Val Venosta, al DolceVita Gourmet Hotel Preidlhof di Naturno? Benissimo! Non vediamo l'ora di accoglierti − e nel frattempo, vogliamo darti qualche informazione e suggerimento interessante sulla raccolta dei nostri saporitissimi funghi in Val Venosta, nell’area di Merano e in tutto l'Alto Adige.

Se sarai in Alto Adige nei mesi di luglio e agosto, noterai sicuramente i numerosi funghi che spuntano ovunque ai piedi degli alberi nelle foreste. Finferli, champignon e porcini, ombrelloni e chiodini emergono dalla terra umida dei boschi e dei vasti prati dell'Alto Adige. Tuttavia, è necessario che le piogge siano abbondanti per avere una "buona annata di funghi": se l'estate tende ad essere siccitosa, i funghi invevitabilmente scarseggeranno. Ciò può succedere a volte in Val Venosta, che è la valle che registra le precipitazioni più basse di tutto l'Alto Adige. In questi casi, i raccoglitori di funghi sfruttano al massimo l'area occidentale spostandosi nelle campagne intorno a Merano, in Passiria o in Val d'Ultimo.

A contatto con la natura: perché raccogliere i funghi aggrega e rilassa

La stagione dei funghi in Alto Adige e in Val Venosta inizia nella seconda metà di luglio, o verso la fine del mese − a seconda che il tempo giochi più o meno a favore. Fondamentalmente, i funghi amano il caldo e l'umidità. Se le condizioni sono giuste, allora la passeggiata nella foresta diventa una vera caccia al tesoro! Nel muschio bagnato, i funghi dal cappello giallo "alzano la testa" verso il cielo, protetti dalle chiome degli abeti. Il suono allegro dei passi che attraversano la foresta, il canto degli uccelli nelle orecchie e l'odore di legno, terra e muschio nelle narici… sembra una vacanza da spa! I funghi amano starsene all'ombra immersi nel relax e rilassano allo stesso modo chi va a cercarli. Andar per funghi in comitiva, poi, può essere un ottimo modo per socializzare.

Raccolta funghi in Val Venosta e a Merano: norme di legge

La legge statale 18 del 1991 regola dettagliatamente la raccolta dei funghi in Alto Adige. Siccome il rispetto delle norme è rigorosamente controllato dalla Guardia Forestale, se trasgredisci non pensare di "scamparla" ma aspettati una multa severa! Le sanzioni variano in relazione alla quantità di funghi raccolti e attualmente ammonta a 57 euro + 34 euro per chilogrammo di funghi raccolti. I funghi sequestrati vengono conservati e donati a qualche organizzazione sociale (ad esempio, case di riposo).

Condizioni per la raccolta dei funghi in Alto Adige

È necessario pagare una tassa al comune in cui si desidera raccogliere i funghi. Potrai farlo tramite Poste Italiane, tramite bonifico bancario o attraverso l'Ufficio del Turismo (nel nostro comune, per esempio, all'ufficio turistico di Naturno in Val Venosta, Rathausplatz 1). La tassa di raccolta è di 8 euro.

Dove, quando e quanti funghi si possono raccogliere

È possibile raccogliere funghi solo nel territorio comunale per cui è stata pagata la tassa di raccolta o nel giardino di casa.

Ci sono però delle eccezioni. La raccolta dei funghi è attualmente vietata nei comuni di Karneid, Altrei, Tiers e Welschnofen. Anche nelle aree sottoposte a vincolo paesaggistico la raccolta è generalmente vietata.

I funghi possono essere raccolti solo nei giorni pari tra le ore 7:00 e le 19:00.

Quanti funghi si possono raccogliere? È possibile raccogliere un massimo di 1 kg di funghi al giorno per persone.

Mangia i funghi senza rischi

Per non rischiare di rovinarti la vacanza gourmet in Val Venosta o a Merano, mangia soltanto quei funghi che appaiono inequivocabilmente commestibili. Non consumare funghi che non ti convincono al 100 %. In ogni caso, poi, i funghi spontanei non andrebbero mai mangiati crudi, perché anche le specie commestibili presentano un alto grado di tossicità prima della cottura.

Se hai dubbi sulla commestibilità dei funghi che hai raccolto, puoi contattare gli esperti altoatesini o semplicemente portare i funghi presso i centri di analisi della ASL. Chiama il numero 0473 222 534 per fissare un appuntamento.

Come preparare i funghi: consigli per gustarli appieno

In Val Venosta e in tutto l'Alto Adige, la raccolta e la preparazione dei funghi commestibili hanno una lunga tradizione. Dopo che i funghi sono stati tagliati (mai strappati!), dovrebbero essere trasportati a casa in un contenitore ben ventilato e rigido.

Mai sminuzzare finferli e porcini sotto l'acqua corrente! Troppa acqua durante la pulizia fa perdere l'aroma ai funghi. Prima rimuovi il gambo inferiore con un coltello, quindi pulisci i funghi con un pennello o con carta umida. In alternativa, immergi i funghi in un contenitore pieno d'acqua per alcuni minuti. Ora i funghi sono pronti per la preparazione.

Ultima dritta: salare solo a fine cottura, in modo che i funghi rimangano belli succosi!

Delizioso: le migliori ricette di funghi dell'Alto Adige

Durante la tua vacanza gourmet in Alto Adige, non farti assolutamente mancare uno di questi piatti con funghi! Se sarai ospite del DolceVita Gourmet Hotel Preidlhof, ne troverai più di qualcuno nel menu. E se vuoi cimentarti a casa tua con la preparazione di queste succulente specialità, ecco di seguito qualche ricetta.

Tagliatelle con finferli freschi

Friggere i finferli con aglio, cipolla e prezzemolo in burro o olio, sfumare con vino bianco dopo due minuti e cuocere ancora un po'. Lessare le tagliatelle al dente, trasferirle nella padella dei funghi con qualche cucchiaio di acqua di cottura, spolverizzare con il prezzemolo e amalgamare il tutto.

Risotto ai funghi porcini

Tagliare a dadini i funghi, soffriggerli nel burro con cipolla e aglio, sale e pepe. Tostare il riso con burro e cipolla, sfumare con il vino bianco e aggiungere del brodo vegetale, mescolando continuamente, fino a quando il riso sarà cotto (al dente). Aggiungere i funghi porcini con il loro condimento di burro e prezzemolo. Abbinare un buon Cabernet.

Polenta con finferli

Ecco un classico della gastronomia delle Dolomiti − soprattutto in Val Badia e Val Gardena, dove questo piatto viene servito quasi quotidianamente. Lessare la polenta con acqua e latte in una casseruola. Da parte, friggere i finferli con aglio e burro e cospargerli di prezzemolo. Terminata la cottura, buttare l'aglio e amalgamare i funghi con la polenta. Servire ben caldo.

Permalink
Views: 5
02.08.2018
08:10
Monika

ALTO ADIGE: UNA VACANZA IN CABRIOLET

Licenza immagine © DolceVita

Sentite il​ vento tra i capelli e la sensazione di libertà mentre esplorate le pittoresche vallate e gli idilliaci villaggi dell'Alto Adige. Alla guida di un'auto, improvvisamente si percepisce tutto ciò che è intorno in modo del tutto diverso. La zona di Merano offre le condizioni ideali per mettersi alla guida di una macchina decappottabile. Il clima tra alpino e mediterraneo, con i suoi trecento giorni di sole all'anno, fanno di Naturno e dei suoi dintorni un vero e proprio paradiso per gli amanti delle auto cabriolet.

Nel Luxury DolceVita Resort Preidlhof, la vostra residenza in Alto Adige, vi offriamo tutte le informazioni importanti di cui avete bisogno per trascorrere le vostre vacanze a bordo di una cabriolet. Scoprite i migliori tour e le migliori escursioni nelle soleggiate località sulle Alpi del Sud. Preparatevi così a una vacanza perfetta nel nostro hotel in Alto Adige. Al Preidlhof troverete la nuova Porsche Boxster 718, un'auto ideale per chi vuole esplorare gli imponenti passi di montagna e gli altri luoghi caratteristici della zona. Qui potrete anche rilassarvi nel centro benessere Preidl Spa, che si estende su ben 5000 metri quadrati, e lasciarvi coccolare dalle delizie culinarie preparate dallo chef e dal suo team.

Un meraviglioso tour in cabriolet in Alto Adige: il Passo dello Stelvio

Il più famoso di tutti i passi di montagna è perfetto per guidare e ammirare panorami indimenticabili. Dal vostro hotel di Naturno, dopo una colazione abbondante tipica della Val Venosta, potete raggiungere Prato allo Stelvio, situato a 36 km di distanza. Il viaggio attraverso la regione occidentale dell'Alto Adige si trasforma in una vera esperienza, in quanto permette di ammirare un'ampia varietà di bellezze e di paesaggi tutti da scoprire. Ecco perché vale la pena fermarsi per una sosta!

Dopo aver superato 48 tornati, che si affacciano sull'Ortles e sul Monte Cristallo, raggiungerete la vostra meta a 2757 metri sul livello del mare. Una sensazione semplicemente magica! Da qui potete scendere fino a Bormio, sul passo del Foscagno e poi sul Passo d'Eira a Livigno, dove è possibile anche fare shopping. Oltrepassato il Tunnel Munt La Schera, è possibile raggiungere il Passo del Forno e il villaggio di Tures nella Val Monastero. A questo punto, da lì si arriva a destinazione in poco meno di un'ora.

Scopri il patrimonio mondiale dell'UNESCO con un tour sulle Dolomiti

Dall'Hotel Preidlhof, guidate prima in direzione Bolzano, quindi proseguite attraverso la Val Gardena, celebre tra le altre cose per le sue sculture in legno intagliate. Attraverso il Passo Gardena (a 2121 metri sul livello del mare), si raggiungono le città di Colfosco e di Corvara per poi arrivare a San Lorenzo passando per la Val Badia. A questo punto l'emozionante viaggio conduce fino a Bressanone e Chiusa. Raggiunta Bolzano, si torna a Merano e Naturno. Un'esperienza di viaggio senza dubbio travolgente attraverso un patrimonio mondiale UNESCO!

Vacanze in cabriolet con guida sul Lago di Garda

Il Lago di Garda, con le sue acque turchesi e cristalline e ben 25 villaggi pittoreschi, è il più grande lago d'Italia. Si estende su una superficie di 364 metri quadrati e rappresenta una destinazione perfetta da visitare in cabriolet. Scoprite i luoghi più belli di questa particolare regione del nord Italia e godetevi il meritato relax. Da Naturno arrivate ad Affi in Trentino per giungere infine nei paesi di Garda, Bardolino, Lazise, Peschiera e Sirmione. Proseguite fino a Desenzano e Gardone. Con il traghetto potete raggiungere anche Torri del Benaco.

Durante un viaggio sul Lago di Garda, è possibile scoprire un'ampia varietà di attrazioni, come il Museo dell'Olio gardesano a Bardolino, l'imponente castello del XIII secolo a Sirmione e il giardino botanico di 10000 metri quadrati del naturalista Arthur Hruska, a Gardone. Per tornare a casa percorrete l'autostrada del Brennero. Degustando un buon vino e assaggiando le delizie sudtirolesi sulla nostra terrazza, concluderete nel modo migliore la giornata ricca di eventi.

Godetevi il piacere della guida! A soli 99 euro, potete affittare una delle nostre Porsche cabriolet a disposizione nei DolceVita Hotel. Per un giorno, proverete l'emozione dei 300 cavalli e degli innovativi motori turno a quattro cilindri. Rivolgetevi alla reception per fissare un appuntamento.

Permalink
Views: 10
16.07.2018
10:33
Monika

LA VAL VENOSTA IN ALTO ADIGE, RACCONTATA DALLA A ALLA Z

Licenza immagine © traveldia – stock.adobe.com

Tra le valli dell'Alto Adige, Venosta è sinonimo di varietà. Un parco divertimenti naturale per escursionisti e appassionati di sport acquatici, con laghi e montagne boscose da esplorare. E ancora valli incontaminate, aree pianeggianti, spazi in cui il tempo sembra essersi fermato. Un paradiso per chi cerca la tranquillità e il più genuino contatto con la natura. Il clima secco e soleggiato, insieme con gli hotel moderni della Val Venosta, rende la valle una destinazione estremamente popolare.

Le montagne della Val Venosta

Alle spalle dei villaggi di Malles, Naturno e Castelbello-Ciardes si trovano gli imponenti rilievi delle Alpi Venoste. Tra questi spicca il Gruppo Tessa, che si estende dall'est della diramazione Naturno-Senales fino alla Val Passiria. La parte occidentale è invece dominata dal Gruppo del Sesvenna, mentre il Gruppo Ortles-Cevedale si trova a sud ovest. Gli altoatesini prendono tutt'altro che alla leggera i dubbi su dove inizino o finiscano le loro terre: a chi appartengono davvero luoghi come Parcines e Naturno? Sono compresi nella Val Venosta o fanno parte del Burgraviato? Le mappe geografiche sembrano appianare qualsiasi dibattito: il Tel (Töll in tedesco) è il ripido tratto nella Valle dell'Adige che fa da confine naturale tra la Val Venosta e la patria dei meranesi.

La storia della Val Venosta, in Alto Adige

La posizione strategica della Val Venosta era ben conosciuta dagli antichi romani, come via di collegamento fra la parte settentrionale e quella meridionale dell'Impero. Lungo la Via Claudia Augusta, ancora oggi, si possono ammirare piccole chiese arcaiche e monasteri, come l'imponente struttura di Marienberg (appena al di sopra di Burgusio), ancora aperta ai turisti nonostante i suoi 900 anni d'età. È suo il primato di abbazia benedettina situata più in alto in Europa, ed è accessibile tramite una strada di montagna ben custodita. Al suo interno è ospitata una cripta con degli affreschi romanici, realizzati tra il 1175 e il 1180. Le visite sono concesse dal 15 marzo al 31 ottobre, tutti i giorni tranne la domenica ed escluse le festività religiose, dalle 10:00 alle 17:00.

Glorenza, la Rothenburg dell'Alto Adige

In Val Venosta si trovano pochissime città, tra cui Glorenza, che merita senza dubbio una visita. Con soli 900 abitanti, è protetta dalle mura di cinta realizzate diversi secoli fa (ancora perfettamente conservate) e abbellita da un suggestivo viale porticato. Glorenza è annoverata fra i membri dell'associazione "I borghi più belli d'Italia" ed è spesso paragonata a Rothenburg ob der Tauber, perla medievale della Baviera.

Svago e benessere in Val Venosta

L'identità della Val Venosta può sembrare povera a primo impatto, ma chiunque abbia una simile impressione è destinato a ricredersi. Tra Parcines e il Passo Resia i punti di ristoro sono numerosi, e sono tanti i prodotti locali (soprattutto frutta, verdura e cereali) a chilometro zero. Ecco una breve panoramica dei prodotti tipici della Val Venosta:

  • Le albicocche della Val Venosta sono popolari per la loro dolcezza, dovuta al clima particolarmente secco. Croccanti fuori e sorprendentemente gustose dentro, meglio acquistarle vicino al luogo di produzione. Questa specialità viene celebrata ogni anno al festival "Marmor & Marillen", nella città di Lasa.
  • Le fragole del Martello sono altrettanto apprezzate nell'intero Alto Adige; il loro inconfondibile sapore è favorito dal microclima adatto a tutti i frutti di bosco. Come suggerisce il nome sono coltivate nella Val Martello, parte della Val Venosta.
  • Come rinunciare alla semplicità? Il "Vinschger Paarlbrot" è un buonissimo pane di segale ottenuto da un impasto madre, arricchito con spezie (tra cui il cumino e il finocchio) e consumato dalla maggior parte degli altoatesini. Da provare assolutamente insieme a speck e formaggio delle malghe altoatesine! Quest'ultimo è una prelibatezza piccante a base di latte vaccino, caprino e pecorino. Sono diversi gli alpeggi della Val Venosta curati con grande tenacia, e il formaggio fresco si trova sempre in autunno.

Alberghi in Val Venosta

Gli hotel a conduzione familiare DolceVita si trovano a Naturno, Laces e Foiana, e tra questi è compreso il nostro Resort Preidlhof; niente di meglio per apprezzare in perfetta armonia l'ospitalità altoatesina, la cucina tipica, l'architettura caratteristica e tutto ciò che si possa desiderare per il benessere. Alcuni degli hotel nella Val Venosta sono qualificati per accogliere tipologie specifiche di ospiti: il nostro DolceVita Resort Preidlhof, per esempio, è pensato per gli adulti e per le coppie.

Il meteo nella Val Venosta

La posizione geografica della Val Venosta ne favorisce l'esposizione al sole e la scarsità di precipitazioni. Annualmente vengono registrati tra i 400 e i 500 ml di pioggia, pressappoco come la Sicilia. Le montagne proteggono dalle correnti atlantiche e da quelle del sud, ma certamente non si può dire che nella Val Venosta manchino del tutto i venti. Le estati possono essere abbastanza calde, con temperature che superano i 30 °C; a nord della valle si trovano ad ogni modo zone più fresche, come il Lago di Resia.

In treno - La Ferrovia della Val Venosta

La "Vinschger Bahn", che in italiano significa "Ferrovia della Val Venosta", collega dal 2005 il comune di Malles con la città termale di Merano, ed è un mezzo di trasporto meravigliosamente comodo. Le grandi finestre permettono di ammirare il paesaggio ed è permesso il trasporto delle biciclette. Attualmente sono in corso i lavori per elettrificare del tutto la ferrovia.

Permalink
Views: 15
09.07.2018
09:16
Monika

LA PROTEZIONE SOLARE PER LE TUE VACANZE IN ALTO ADIGE – COSMETICI BIO BERG

Estate, sole e protezione solare: durante il periodo più soleggiato dell'anno, è bene correre ai ripari! Per la nostra pelle, infatti, la continua esposizione ai raggi solari si traduce immediatamente in una fonte di stress non trascurabile. Per questo motivo, diventa particolarmente importante proteggere la pelle prima e dopo l'esposizione diretta al sole. Proteggiti e prenditi cura della tua pelle con i prodotti solari della nostra linea biologica BERG, una gamma di creme testata e certificata per permetterti di goderti davvero il sole dei mesi estivi.

Protezioni solari della linea cosmetica BERG

Crema solare a base di albicocca biologica

Questa crema all'albicocca ha proprietà antinfiammatorie e ha un fattore di protezione medio (15–20 SPF). Si tratta di una protezione solare adatta anche ai bambini e, tra gli altri ingredienti, spiccano stella alpina, carotenodi, vitamina B5 e acido folico che proteggono dai raggi UVA e UVB. Inoltre, la crema idrata la pelle, ripristina l'elasticità e ritarda l'invecchiamento cutaneo.

Stella Alpina After Sun Lotion

Il trattamento ideale dopo l'esposizione al sole. Gli estratti di stella alpina rendono il latte corpo adatto a bilanciare l'idratazione cutanea, riducendo l'arrossamento. Inoltre, la stella alpina ha un effetto rassodante, mentre la menta è rinfrescante. Applicare dopo l'esposizione al sole, sulla pelle pulita.

Disponibili nel nostro reparto bellezza del hotel a 5 stelle Preidlhof o nel negozio online.

Permalink
Views: 21
05.07.2018
09:39
Monika

VINCITORI DEL PREMIO EUROPEO BENESSERE & SPA 2018 – MIGLIORE INNOVAZIONE SPA

Siamo fieri della "Dream Well Suite" al Hotel a 5 stelle Preidlhof e sappiamo quanto piace ai nostri ospiti! Ecco perché siamo ancora più felici di aver ricevuto un premio per il nostro "Sleep Fit System".

Il sonno di ciascun individuo è influenzato da tantissimi fattori differenti, che possono determinarne la qualità, la durata e le sensazioni del soggetto al risveglio. Lo "Sleep Fit System" è stato progettato per aiutare gli ospiti a riposare meglio, permettendo loro di scegliere, per esempio, le coperte e i cuscini tra una vasta gamma.

Abbiamo collaudato a lungo il sistema e siamo certi di aver raggiunto un ottimo risultato: grazie agli abbinamenti tra colori, effetti sonori naturali e illuminazione controllata, i nostri ospiti sperimentano un sonno sano e riposante sia per la mente, sia per il corpo. Una notte trascorsa nella "Dream Well Suite" al Preidlhof è un'esperienza unica ed emozionante, che di certo non si dimentica facilmente!

Il premio "European Health & SPA Award" è il più prestigioso riconoscimento europeo nell'industria del benessere e della salute, e siamo davvero entusiasti di averlo ricevuto. Il sonno è parte fondamentale della salute quotidiana, ed è tanto importante per noi quanto qualsiasi altro servizio offerto nel nostro hotel 5 stelle Dolce Vita Resort Preidlhof a Naturno.

Il nostro motto parla chiaro: sempre il meglio per i nostri ospiti!

Permalink
Views: 22

Cerca

Archive

Ci trovi anche su